Le nuove 7 meraviglie del mondo secondo un referendum online

  • Un referendum online per stabilire le nuove 7 meraviglie del mondo

    Nel 1967, Luis Armstrong cantava “ …and I think to myself, what a wonderful world.” E non potremmo essere più d’accordo, questo mondo è davvero pieno di luoghi meravigliosi.
    Nella prima lista stilata, risalente al terzo secolo A.C., le meraviglie in classifica erano 7, ma purtroppo di queste meraviglie, ne è rimasta solo una.
    Ma non perdiamoci d’animo…nei secoli l’uomo e la natura hanno generato nuove meraviglie, ecco a voi una veloce carrellata delle “ultime” meraviglie della Terra, decretate da un referendum online.
    La Grande Muraglia in Cina, il Colosseo in Italia, il Cristo Redentore a Rio de Janeiro, la piramide di Chichén Itzà in Messico, il sito archeologico di Petra in Giordania, quello del Machu Picchu in Perù, il Taj Mahal in India.
    Ecco le grandi bellezze che continuano a meravigliare l’umanità.

    La Grande Muraglia in Cina

    La Grande Muraglia è stata inserita fin dal 1987 nella lista del Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco e si snoda per un totale di 21,196.18 chilometri dalla costa est fino ai deserti a ovest su e giù per montagne e attraverso deserti e praterie.
    E’ una delle attrazioni più visitate al mondo, non solo per la sua importanza storica ma soprattutto per la sua magnificenza architettonica.

    Il Colosseo in Italia

    Il Colosseo è senza dubbio il monumento simbolo del nostro paese, oltre che essere meta imprescindibile per i turisti di tutto il mondo. E’ il più grande anfiteatro al mondo ed anticamente era usato per gli spettacoli di gladiatori e per altre manifestazioni pubbliche.
    Nel corso degli anni le sue condizioni strutturali stanno progressivamente peggiorando, ma rappresenta a tutti gli effetti una delle “meraviglie” che caratterizzano il mondo.

    Il Cristo Redentore in Brasile

    Quando si pensa al Brasile e a Rio de Janeiro in particolare è facile che apparga di fronte a  noi l’immagine del Cristo Redentore. Statua alta 38 metri posizionata sulla cima della montagna del Corcovado che si erge a 700 m s.l.m. a picco sulla città.
    Dal 2007 è fra le 7 meraviglie del mondo e rappresenta da sempre un simbolo di speranza e fede per gli abitanti del paese.

    Chichén Itza in Messico

    I Maya hanno lasciato un segno del loro passaggio e questo è sicuramente il Chichén Itzà, il complesso architettonico più famoso del Messico. Fin dal 1988 è patrimonio dell'umanità e rappresenta il monumento simbolo del paese e della penisola dello Yucantan.
    Non può che essere definita una “meraviglia” sotto tutti i punti di vista.

    Petra in Giordania

    Quello di Petra è indiscutibilmente il sito archeologico più famoso al mondo ed è situato in Giordania. Posto a circa 250 chilometri da Amman è abbandonato dall’VIII secolo in seguito alla decadenza dei commerci e per varie catastrofi naturali. La sua scoperta è datata 1812 e fu fatta dall'esploratore svizzeroJohann Ludwig Burckhardt.
    Quello che lo rende unico sono le sue facciate intagliate nella roccia ricche di testimonianze e di storia dell’antica civiltà.

    Machu Picchu in Perù

    Una vista mozzafiato è quella offerta dal sito Inca di Machu Picchu in Perù. Ad un altezza di circa 2.430 m s.l.m si trova questa città perduta che è ricca di rovine di una popolazione decaduta. È il terzo sito archeologico più grande del mondo dopo gli scavi di Pompei e Ostia Antica e uno dei luoghi più visitati al mondo.

    Taj Mahal in India

    Monumento simbolo dell’India è il Taj Mahal, un mausoleo costruito nel 1632 dall'imperatore moghul Shah Jahan in memoria della moglie preferita Arjumand Banu Begum.
    Per i musulamani è uno dei monumenti di riferimento del paese ed è  fin dal 1983 fra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.