Street Food Academy di Parma e l'arte del cibo da strada

  • IL RUOLO DELLO STREET FOOD

    E’ innegabile che lo Street Food sia diventato il protagonista indiscusso di molte fiere o eventi gastronomici in giro per l’Italia. Che si tratti di pizza, arrosticini, supplì o semplici panini, l’attenzione per i food truck non è destinata a scemare, ma al contrario sta destando sempre più interesse. Per questo motivo lo scorso anno è nata a Parma la prima Street Food Academy (SFA), il primo istituto professionale che punta ad insegnare l’arte del cibo di strada in particolare a disoccupati e giovani. La scuola realizzata da Forma Futuro (portale per la formazione professionale della provincia) sorge nella città che l'Unesco ha riconosciuto “Città creativa per la gastronomia”. Valore aggiunto per l’accademia è la collaborazione con lo chef Rubio, che già dallo scorso anno ha sostenuto due borse di studio per gli studenti che si sono distinti durante l’anno accademico.

    IL 2017 ANNO DELLA SVOLTA

    I dati del 2016 parlano chiaro, con centinaia di domande di iscrizione ai corsi giunte da tutta Italia e i 22 diplomati che hanno ottenuto un lavoro appena usciti dalla scuola. Il risultato sono incoraggianti anche per il 2017, grazie al lavoro dei docenti e di personaggi noti nel mondo dello Street Food. Primo fra tutti Chef Rubio che ha sostenuto la scuola fin dalle sue origini attraverso la sua immagine e con lezioni in prima persona. Lo dimostra una giornata di formazione tenutasi nello scorso mese di settembre, durante la quale lo chef romano ha svolto una serie di lezioni rivolte ai corsi per disoccupati e ai minori con difficoltà. Ad affiancare Rubio l’esperto Michele Crippa, che ha incentrato la giornata sul ruolo dello Street Food in Italia e all’estero e sulle possibili evoluzioni del settore. Per l’occasione è stato inaugurato un nuovo food truck, progettato da Parmafuturo e donato da un’importante azienda del settore.