Piatto tipico polacco

  • L'Italia è al secondo posto tra i paesi europei dove si consuma più street food e questo trend in crescita ha visto negli ultimi anni l’arrivo di tanti piatti della tradizione europea. Tra questi, anche se non è ancora sbarcato in forze nel nostro Paese, cresce la curiosità e la voglia di assaggiare il bigos. 
     
    La specialità a base di crauti, carne e spezie, piatto tipico polacco, è infatti uno dei nuovi cibi da assaggiare per essere alla moda e soddisfare la voglia di qualcosa di particolare, magari da preparare agli amici durante una cena a tema. 

    Gli ingredienti e la preparazione del bigos

    La ricetta classica del bigos prevede:
    - una confezione da 1 kg di crauti polacchi, 
    - 1 verza, 1kg di manzo, 
    - 1 kg di maiale,
    - ½ kg di salsicce,
    - 250gr di pancetta affumicata,
    - 1/2kg di Kielbasa (tipo particolare di salsiccia affumicata),
    - 1 cipolla,
    - 1 piccola latta di passata di pomodoro,
    - 3/5 foglie di alloro,
    - sale, pepe, olio, zucchero, erbe e spezie. 
    Il tutto da far cuocere all’interno di una capiente casseruola per circa 2 ore.
    Da servire subito oppure, se si desidera un sapore ancora più intenso, si può decidere di proseguire la cottura su fuoco basso e con un coperchio, mescolando di tanto in tanto: più lo si cuoce più il bigos diverrà saporito.
     
    Spesso il bigos si prepara nelle fredde giornate invernali perché si serve rigorosamente caldo, ma non è raro trovarlo sulle tavole polacche anche durante la bella stagione. E in Italia il desiderio di bigos è sbocciato proprio con l’arrivo della primavera! Magari da sperimentare nelle sue varianti con selvaggina come lepre o cinghiale ma anche con il pesce dolce, in particolare la carpa e l’anguilla.