Street food vegano: una nuova tendenza

  • “La domanda sorge spontanea: è possibile immaginare uno street food in versione vegan? […] Secondo noi si può fare”. Si apre così il libro “Vegan Street Food” di Eduardo Ferrante e Valerio Costanzia, un libro che è un ricettario di cibo di strada - proveniente da tutto il mondo – declinato in chiave vegan. D’altronde, sempre più spesso si trovano street food “green” che fanno felici i palati di chi, per scelta, ha rinunciato alla carne (e al pesce) ma non al piacere. Dal Kebab al seitan alle lasagne vegetali, passando per le centrifughe bio e la ‘nduja (si, anche quella) in chiave vegana. Come sottolineato nella pagine di Vegan Street Food però, non bisogna dimenticare che “molte ricette street food sono di per sé già vegan perché non contendono prodotti di origine animale o almeno, contenendone in minima parte, sono facilmente adattabili”. Un esempio? Le caldarroste, ma anche i falafel mediorientali, la jacked potato irlandese, le galettes de sarrasin bretoni e tante altre specialità. L’offerta di questi track food vegani? Variegatissima. Siamo sicuri che, a prescindere da quale sia il vostro orientamento alimentare, leggendo questa mini carrellata di “cibo da strada vegano” vi verrà l’acquolina in bocca.
    Se si dovesse scegliere un cibo bandiera dello street food, la scelta cadrebbe, con molta probabilità, sul re dello street food: l’hot dog. Con ingredienti alternativi rispetto al “classico”, l’hot dog vegan a base di seitan o tofu è goloso tanto quanto quello di carne. Non ci credete? Provare per credere. Dall’americanissimo hot dog alle super siciliane panelle, esempio perfetto di street food vegan per natura. Si perché le panelle, sottilissime frittelle di farina di ceci condite con sale e limone, sono quel tipico cibo che fa contenti tutti, vegani e non. Altro street food tipico della Sicilia? L’arancino, è ovvio. Famosi in tutto il mondo questi piccoli (si fa per dire) timballi di riso sono una vera e propria delizia. Se siete vegani ma non volete rinunciare alla bontà di questa delizia del Sud non temete, gli arancini vegan sono buoni tanto quanto i classici. Il ripieno? Piselli, zafferano, cipolla, erbe aromatiche, passata di pomodori, verdura e chi più ne ha più ne metta. Non c’è limite alla fantasia, nemmeno quando è green. Il prossimo cibo di cui parleremo ha origini antichissime. Si dice, infatti, che venisse utilizzato come sostituto della carne nei giorni del digiuno dei copti egiziani. Di cosa stiamo parlando? Dei falafel, le famosissime polpette di legumi speziate, fritte e condite con sommarco, cipolla, aglio, cumino e coriandolo. Ricetta 100% vegan. Potevamo escludere dalla lista uno degli alimenti preferiti dagli italiani? Ovvio che no, perché nessuno può fare a meno della pizza, nemmeno i vegani. Le varianti sono davvero tantissime. Un esempio? Pizza con verdure grigliate e mozzarella di riso. E l’hamburger vegetale? Che sia a base di seitan, di tofu o di legumi, il burger amico degli animali e della natura piace a tutti, grandi e piccini. E per i più golosi? C’è il gelato vegano, preparato con una base di latte di riso o di soia, panna vegetale, zucchero e un “gusto” a vostra scelta. Lasciatevi ispirare.