Street food sardo alla Sebaderia Dulcinea

  • Gambero Rosso la considera il miglior street food della Sardegna al punto che, dopo nemmeno un anno dalla sua apertura, l’ha inserita nella sua guida. Di cosa stiamo parlando? Della sebaderia di Antonello Stocchi e Marta Brundu. Una piccola bottega, nel cuore di Nuoro, che trasforma la ricetta tipica delle massaie nuoresi in street food di tendenza: le sebadas da passeggio. La sebadas (o seadas) è un dolce tipico della cucina sarda. La forma è quella di un piccolo disco di pasta “violada” che racchiude al suo interno un ripieno di formaggio fresco aromatizzato con scorza di limone. Al confine tra dolce e salato, queste piccole golosità fritte, sono poi ricoperte di miele (rigorosamente sardo) e servite con una spolverata di zucchero a velo.
    Antonello e Marta hanno aperto la loro bottega nell’aprile del 2016 ma, in realtà, la loro esperienza nel campo del food è iniziata nel 2010 quando, grazie ad un bando regionale, hanno dato vita a Dulcinea, un laboratorio di pasta fresca in una delle strade principali di Nuoro. L’idea della sebaderia, racconta Antonello, gli è venuta perché “sono quel dolce della tradizione che nessuno fa più […] una buona sebada fritta è irresistibile ed è parte della nostra cultura. Mi sono detto: ci penso io a prepararle per tutti”. Preparate secondo la tradizione (con semola, farina, strutto, zucchero e uova), con materie prime acquistate unicamente da piccoli produttori locali, le sebadas di Antonello e Marta hanno subito conquistato i palati dei nuoresi (che diciamocelo, di sebadas se ne intendono) ma non solo perché, come già anticipato, anche Gambero Rosso, la Bibbia del food, ha incoronato le piccole delizie di Dulcinea “miglior street food della Sardegna”. Ad accompagnare la sebaderia il vino della casa, un Cannonau di un produttore della zona.
    Oggi la sebaderia e il laboratorio di pasta si sono fusi in un unico locale così, chi vuole provare le famosissime sebadas dei due coniugi nuoresi, può approfittarne anche per fare un pasto completo. Dulcinea, infatti, non è più solo un laboratorio ma anche locale di “piatti espressi” preparati con i sughi della tradizione. Il menù non è fisso ma varia a seconda della disponibilità e della stagionalità degli ingredienti.