A Milano arriva lo street food eco-friendly

  • Dopo averli “sperimentati” per un anno, Milano dice sì ai food truck. Con 36 voti favorevoli e un solo astenuto il Consiglio Comunale ha approvato la modifica del regolamento per la somministrazione di cibi e bevande in area pubblica e ha pubblicato un bando che permetterà a 50 food truck (ecologici) di andare in giro per la città e deliziare, con la loro offerta culinaria, tutta la capitale meneghina. “Oggi lo street food rappresenta una modalità di commercio ampiamente diffusa nelle capitali europee e mondiali che a Milano vogliamo si caratterizzi per offerta di qualità con mezzi ecologici – ha dichiarato Cristina Tajani, assessore al Commercio di Milano –. Come amministrazione vogliamo incentivare quella che non è solo una scoperta dei gusti e dei sapori della nostra terra ma anche, e soprattutto, una occasione di lavoro per molti giovani che nello street food hanno trovato la propria opportunità commerciale e occupazionale”.
    Diversi i criteri a cui i nuovi food truck dovranno adeguarsi per presentare la domanda. Tutti i mezzi dovranno essere eco friendly (a trazione a pedali o a motore elettrico), avere una dimensione massima di 3,60 metri di lunghezza per 1,70 metri di larghezza e un'estetica compatibile con il contesto urbano di riferimento. I futuri “ristoranti da strada” potranno operare in tutta la città salvo che in alcune zone ad alto valore artistico come Piazza San Babila, Piazza Duomo e Largo Cairoli. E il cibo? Dai tipici prodotti meneghini ai classici della tradizione italiana, passando per proposte provenienti da tutto il mondo. Nessun limite è stato posto alla fantasia culinaria. Purtroppo, sebbene la curiosità sia tanta, dovremo aspettare i prossimi mesi per scoprire quali saranno i food truck che delizieranno i palati di una Milano che, in linea con le più importanti metropoli del mondo, pare sempre più intenzionata a diventare capitale dello street food.