LùBar, il re degli arancini a Milano

  • Uno spaccato di Sicilia semplice e naturale nella City milanese

    Partono da un laboratorio in Sicilia, attraversano tutta la penisola e arrivano – a bordo di un’Ape – a Milano. Di cosa stiamo parlando? Degli arancini del LùBar, food truck su tre ruote che dal 2014 porta nella capitale meneghina sapori e profumi siciliani. LùBar è un progetto di street food nato sulle spiagge dell’Oasi di Vendicari (Siracusa) da Ludovico e Lucrezia Bonaccorsi, siciliani di origine ma milanesi di fatto. Il suo nome affonda le radici nel dialetto popolare siciliano (dove “lù” sta per “il”) ed è un omaggio ai Lù. «Siamo cinque fratelli e i nostri nomi iniziano tutti con “Lù”» racconta Ludovico sul nome che, ci tiene a sottolineare, «si legge così come scritto, tutto attaccato e con l’accento».

    L’avventura dei due fratelli è iniziata un po’ per caso. «Ho sempre amato gli arancini e ogni volta che tornavo dalla Sicilia portavo a Milano degli arancini già fritti che però, per quanto buoni, risultavano pesanti – spiega Ludovico –. Un giorno ho provato a portarli pronti ma ancora da friggere, ho invitato un po’ di amici a casa e li ho fritti sul momento. I miei ospiti non ci credevano, quegli arancini erano buonissimi. Dopo quella cena io e mia sorella Lucrezia ci siamo chiesti “perché non fare il Lùbar anche a Milano?” e così è stato». Da quella cena sono passati più di tre anni e gli arancini del LùBar continuano a conquistare i palati di tutta la capitale meneghina portando nel cuore della City milanese lo spaccato di una Sicilia semplice e naturale, lontana dagli stereotipi e dal folklore.

    Dal classico arancino rosso (con ragù) a quello bianco (con riso bianco, prosciutto e formaggio ragusano); dalla variante “alla Norma” (con melanzane e ricotta salata) a quella light (con riso integrale e spinaci bolliti); dalla versione “mare” (con gamberetti e pistacchio di Bronte) a quella “terra” (con carciofi e speck). I gusti tra cui scegliere sono davvero tanti e tutti «arrivano dalla Sicilia e sono completamente fatti a mano (ogni arancino è diverso dall’altro) da un laboratorio che ce li manda crudi. Li friggiamo al momento così come al momento riempiamo i cannoli di ricotta». Si perché, al LùBar non troverete solo arancini ma anche cannoli, cioccolato (di Modica, of course), vini, bibite e spumanti. Il tutto - ovviamente - Made in Sicily.

    Il LùBar ha “parcheggiato” nel cuore della Stazione Centrale ma – ve lo assicuriamo – non servirà prendere il treno per sentire i sapori e i profumi della Sicilia (Provare per credere). Se però l’immaginazione non vi basta, non temete. In Via Palestro 16, all’interno della Galleria d’Arte Moderna, ha aperto i battenti il nuovo LùBar, un angolo milanese in cui «tutto (e non solo il menù) ha un ricordo di Sicilia».