La fondazione per promuovere il panino italiano nel mondo

  • L'ACCADEMIA DEL PANINO DI MILANO

    Che si tratti di pranzi consumati al volo al bancone di un bar o di pause gourmet godute al tavolino di un locale, il panino è un evergreen della nostra routine alimentare. Amatissimo da tutti, il panino è l’alimento più consumato del mondo e le sue versioni variano a seconda degli ingredienti e del Paese. Nel nostro caso, il Panino Italiano testimonia la capacità italiana di “saper fare bene” qualsiasi prodotto artigianale, nel campo del cibo, come in quello della moda e del design. Per promuovere e valorizzare l’unicità del Panino Italiano, in Italia e nel mondo, e renderlo icona del Made in Italy, è nata a Milano l’Accademia del Panino Italiano. L’idea della Fondazione Accademia del Panino Italiano nasce il 15 settembre 2015 dal desiderio di Antonio Civita ed Elena Riva, proprietari del brand Panino Giusto, di creare un luogo in cui potessero confluire tutti i player del settore (i produttori, i creativi e le imprese) interessati a far diventare il panino italiano un vero e proprio simbolo di Made in Italy nel mondo. Lo scorso febbraio, due anni dopo essere stata “pensata”, l’Accademia è stata presentata al pubblico con l’inaugurazione della sede ufficiale in Via Pompeo Leoni 2. L’obiettivo è quello di formare precise figure professionali, ma anche far incontrare chef, artigiani, studiosi e tutti i protagonisti della filiera. Al progetto hanno preso parte un team di nove professionisti, che si sono costituiti in Advisory Board per definire le linee guida dell’attività dell’Accademia. Per sottolineare l’unicità del panino del Bel Paese, il team ha stilato il Manifesto del Panino Italiano che individua nella qualità degli ingredienti, nel legame con la tradizione, nella capacità artigianale degli italiani, i valori del Panino Italiano.
    La sede, uno spazio di 1.200 mq dedicati interamente al panino, ospita al suo interno una scuola, dei laboratori, uno spazio espositivo ed una biblioteca tematica. La scuola punta a formare tre figure professionali (il Maestro del panino, il Creativo del panino e il Gastronomo del panino) attraverso lezioni, laboratori e stage in azienda. La biblioteca, unica nel suo genere in Italia, è costituita da una raccolta di oltre 1.500 titoli. I volumi, in tutte le lingue in cui la cultura del panino si è espressa, raccontano il panino non solo in quanto alimento ma anche come fenomeno culturale. Nello spazio espositivo (che ospiterà eventi, mostre e workshop) è attualmente in corso la mostra “Panino. Da Natura a Artificio” che esplora il panino secondo quattro sezioni: dalla sua evoluzione nell’ultimo secolo al significato del pane; dalle infinite combinazioni degli ingredienti alle persone che ne sono artefici. Ma non è finita qui perché, oltre ad aver fondato la rivista Panino Italiano Magazine, l’Accademia ha in programma di lanciare una App (che permetterà, attraverso una ricerca fatta per luogo ed ingredienti, di geolocalizzare i panini più buoni d’Italia) e di realizzare un programma Tv dedicato al Panino Italiano.