• Le Bibite Sanpellegrino celebrano il 60° compleanno del Chinò, che dagli anni '50 delizia tutto il mondo con il gusto inconfondibile e unico dei chinotti di Sicilia.

    La storia del Chinotto Sanpellegrino ha seguito un’evoluzione emozionante scandita da continui successi fin dalla sua nascita che risale all’anno 1958, quando tutto è iniziato con la creazione di una ricetta ancora oggi segreta che ha permesso nel tempo di mantenere inalterato il gusto e la qualità di questa bibita.
    Da sempre inconfondibile emblema di chi ama vivere “fuori dal coro”, con originalità e personalità, il Chinò - ribattezzato con questo nome negli anni '80 - ha attraversato moltissime generazioni, diventando un vero e proprio cult nel mondo delle bibite analcoliche e regalando momenti unici ed esperienze indimenticabili vissute con questa bibita.

    UN'IDENTITA' UNICA, DALLA LAVORAZIONE AL PACK

    Il Chinò Sanpellegrino è il risultato di un attento processo di produzione in cui un prezioso infuso di ingredienti botanici si combina con l’estratto di chinotto, frutto che arriva da un’unica piantagione siciliana, l’Azienda Agricola Castrorao che ha con Sanpellegrino un rapporto di esclusiva. Nel complesso si parla di 9.000 piante di chinotto in 5 ettari di terreno gestite con un moderno sistema di fertilizzazione e irrigazione sostenibile, ovvero senza utilizzo di pesticidi, che permette di apportare acqua e fertilizzanti a base di azoto, fosforo e potassio nella giusta misura, ottimizzandone la quantità.
    La coltivazione nel 2017 ha visto la raccolta di 88.000 kg di chinotti che, insieme a una lavorazione fatta per preparare l’aroma finale presso lo stabilimento bergamasco di Madone, hanno permesso di produrre il cuore di Chinò.

    L’identità del Chinò Sanpellegrino è stata trasmessa nel tempo oltre che dal suo gusto pieno, rotondo e perfettamente bilanciato da un retrogusto amarognolo e fruttato, e dal suo colore ambrato con riflessi dorati, anche attraverso il suo pack distintivo.
    L’iconica etichetta nera con la stella viene infatti associata da tutti al Chinò Sanpellegrino che ha mantenuto i tratti propri del brand con lo sfondo nero e l’inconfondibile N rovesciata.
    Da sempre la veste grafica presente su tutti i formati - dalla bottiglia di vetro e in PET alla lattina - racconta il forte legame della bibita con la terra dei propri ingredienti e il look inconfondibile ed originale ne esprime la filosofia alla base dello stile di vita di chi sceglie Chinò.

    LA BIBITA IDEALE DA CONSUMARE A CASA E NEL TEMPO LIBERO

    Proprio perché questa bibita è cresciuta insieme ai suoi fan con la volontà di dare valore alle esperienze rendendole originali e indimenticabili, il Chinò è diventato sempre più presente nel tempo libero nei momenti di break e relax, non solo in casa ma anche fuori, facendo leva sul nuovo trend della mixability.
    Una tendenza che le Bibite Sanpellegrino stanno contribuendo a far crescere grazie alla capacità delle referenze, tra cui anche il Chinò, di essere miscelate in modo unico e distintivo, facendo realizzare ai bartender mix esclusivi e cocktail iconici.
    Un esempio che va proprio in questa direzione è stata la creazione di alcuni serving d’eccezione a base di Chinò come il cocktail “Nel ballon come un Barolo” dove il Chinò è stato affiancato a una scorza d’arancia e una spruzzata di whisky per esaltarne il sapore unico.