Parco dei Mostri Bomarzo | Sacro Bosco Villa delle Meraviglie

  • Se non si è mai sentito parlare del Parco dei Mostri o della Villa delle Meraviglie o del sacro Bosco di Bomarzo, allora è arrivato il momento di mettersi comodi e di prepararsi a entrare in un mondo fatto di mostri mitologici e giochi prospettici.

    Bomarzo affascinante e misterioso

    Risalente al XVI secolo e sito a Bomarzo, in provincia di Viterbo, si tratta di un luogo di mistero, che da sempre affascina studiosi e appassionati di storia e mitologia per le numerose sculture in basalto ed edifici, che riprendono il mondo classico solo nello stile architettonico-naturalistico tipico del periodo, ma per la realizzazione dei quali sono state volutamente ignorate tutte le regole prospettiche ed estetiche.

    Parco dei Mostri, Villa delle Meraviglie o Sacro Bosco? Ispirazione per Salvador Dalì

    Nel parco voluto dal principe Pier Francesco Orsini e commissionato all’architetto Pirro Ligorio, si trovano infatti mostri, draghi, soggetti mitologici come Cerbero o Ercole, che si alternano a costruzioni architettoniche come una casetta pendente, un tempietto funerario, fontane, sedili e obelischi. Elementi totalmente svincolati tra loro dal punto di vista prospettico e concepiti per dare vita a un autentico labirinto di simboli, che col passare del tempo hanno saputo ispirare e conquistare artisti e intellettuali come Salvador Dalì, che nel 1938 visitò il parco e ne rimase talmente affascinato da realizzare successivamente un cortometraggio insieme all’Istituto Luce.

    Un luogo magico, ma ancora poco conosciuto, capace di ridestare l’immaginazione e di regalare emozioni uniche per chi desidera passare del tempo in compagnia circondato da illusioni, enigmi e indovinelli.